Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

INTERVISTA DELL’AMBASCIATORE SCOGNAMIGLIO AL CORRISPONDENTE IN KUWAIT DELL’AGI (AGENZIA GIORNALISTICA ITALIA)

Data:

21/11/2018


INTERVISTA DELL’AMBASCIATORE SCOGNAMIGLIO AL CORRISPONDENTE IN KUWAIT DELL’AGI (AGENZIA GIORNALISTICA ITALIA)

Il 17 Novembre 2018, l’Ambasciatore d’Italia in Kuwait, S.E Giuseppe Scognamiglio, ha concesso un’intervista al Sig. Damiano Crognali, corrispondente di AGI recentemente arrivato in Kuwait. Discussi i notevoli risultati raggiunti in termini di interscambio commerciale bilaterale col Kuwait, laddove nel 2017 l’Italia è diventato il primo partner europeo dell’Emirato. Si e’ riflettuto sul concetto che ha condotto all’ideazione della Settimana Italiana in Kuwait, giunta quest’anno alla sua terza edizione, appena avviatasi; in particolare, la volontà di presentare un’offerta culturale e promozionale olistica (musica, scienza, spettacolo, arte, moda, trinomio cucina-salute-sport), accogliendo la profonda “domanda” di Italia che si percepisce in Kuwait (durante la II edizione della Settimana Italiana, 500 mila visitatori hanno fruito dei contenuti del nostro sito internet), mettendo l’accento sull’eccellenza italiana non solo in termini di Made IN Italy ma di Made BY Italy, evidenziando la professionalità e senso artistico che contraddistinguono gli italiani. Discussi i margini di facilitazione dell’operato delle nostre imprese in Kuwait e le modalità per attrarre nuovi ingressi in questo mercato, specialmente alla luce delle ampie potenzialità offerte dalla strategia di sviluppo “New Kuwait” fino al 2035.

Sul versante politico, l’Ambasciatore Scognamiglio ha illustrato il ruolo di mediatore del Kuwait nella ricomposizione delle crisi regionali, elogiandone l’approccio di politica estera moderato e fondato sul dialogo, con una visione delle principali crisi internazionali in profonda sintonia con quella italiana.

Per visualizzare l’intervista, clicca qui.

 


517