Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

CORONA-VIRUS: ACCESSO CONNAZIONALI IN KUWAIT

AGGIORNAMENTO INFORMAZIONI AL GIORNO 9 MARZO 2020

 

  • Ad oggi i Consolati kuwaitiani in Italia (Roma e Milano) non rilasciano nuovi visti per il Kuwait per cittadini italiani residenti in Italia, salvo che per delegazioni o singoli casi specificamente autorizzati da parte kuwaitiana.

 

  • I voli Kuwait Airways diretti per e da Roma e Milano sono sospesi fino al 31 marzo.

 

  • Secondo la Circolare n. 24 del Ministero della Salute kuwaitiano dell’8 marzo, i connazionali titolari di permesso di soggiorno o di visto di lunga durata validi, possono rientrare in Kuwait a condizione che passino un periodo di 14 giorni di quarantena “istituzionale” in un centro medico locale qui individuato ed, eventualmente, in un centro di isolamento a completamento del ciclo.

 

  • Non è consentito entrare direttamente in Kuwait, oltre che dall’Italia, dai seguenti paesi: CINA, HONG KONG, MACAO, IRAN, IRAQ, COREA DEL SUD, GIAPPONE, SINGAPORE, THAILANDIA, BANGLADESH, FILIPPINE, SRI LANKA, SIRIA, LIBANO, EGITTO.

 

  • All’ingresso in Kuwait, con provenienza da paesi ove è ancora possibile compiere il periodo di quarantena, i connazionali dovrebbero comunque essere sottoposti a quarantena “istituzionale”. Sarà comunque utile portare con sé documentazione comprovante l’effettivo periodo di quarantena in paese terzo (carte d’imbarco del volo dall’Italia per l’estero per l’inizio del periodo di quarantena, ricevute nominative della struttura che ha ospitato il/i connazionale/i con precisa indicazione del relativo periodo, eventuali certificati di test medici).

 

  • La situazione dei controlli aeroportuali è purtroppo molto fluida e non ci consente di assicurare che le condizioni di cui sopra verranno scrupolosamente applicate.

 

  • In caso di specifiche emergenze, contattare il seguente numero di quest’Ambasciata: 00965- 99019353.