Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Decisioni adottate dal Consiglio dei Ministri del Kuwait nella seduta dell’8 maggio 2020.

Nella riunione straordinaria del Consiglio dei Ministri, tenutasi l’8 maggio 2020, il Governo dello Stato del Kuwait ha disposto quanto segue:

1- Imposizione di COPRIFUOCO TOTALE nel paese, a partire dalle ore 16:00 di domenica 10 maggio 2020, fino a sabato 30 maggio 2020.

2- Il Ministro dell’Interno è incaricato di: 

  • Applicare il coprifuoco totale.
  • Concedere i permessi per uscita durante il regime di coprifuoco solo a quegli individui impiegati presso strutture vitali, ai sensi delle delibere del Comitato Ministeriale, incaricato di gestire le conseguenze della diffusione del COVID-19.
  • Istituire un’équipe di emergenza con sottosezioni in ciascuno dei sei governatorati, per attuare le procedure del coprifuoco e gestire i casi urgenti, istituendo i necessari meccanismi informativi per i permessi.

3- Durante l’intervallo temporale dalle 16:30 alle 18:30 è concesso di passeggiare all’aria aperta ma esclusivamente restando all’interno delle aree residenziali, senza pertanto utilizzare autovetture o altri mezzi di trasporto, ed attenendosi ai protocolli sanitari di prevenzione e controllo, in particolare attuando il distanziamento sociale e indossando qualsiasi tipo di maschera atta a coprire naso e bocca.

4- Nell’ambito dei settori di specifica competenza, ciascun Ministro di Governo provvederà ad attuare le seguenti misure:

  1. Mantenere operative solo le strutture essenziali della Pubblica Amministrazione oppure attivare servizi da remoto.
  2. Sospendere tutte le attività del settore privato, ad eccezione di quelle deliberate dal Comitato ministeriale, incaricato di gestire le conseguenze della diffusione del COVID-19, o delle attività di équipe di emergenza.
  3. Interrompere i servizi di consegna a domicilio, eccezion fatta per le società cooperative, negozi di prodotti alimentari e farmacie.
  4. Nel settore dei media ufficiali ed altri canali, sospendere le interviste di persona, sostituendole con colloqui da remoto.
  5. Interrompere la distribuzione e consegna di giornali ed altre pubblicazioni, consentendosi solo la pubblicazione multimediale.

In base alle raccomandazioni del Comitato ministeriale, incaricato di gestire le conseguenze della diffusione del COVID-19, il Consiglio dei Ministri ha inoltre disposto quanto segue:

  1. Il Ministero della Salute è incaricato di consegnare le rimanenti mascherine mediche (previamente ricevute dal Ministero del Commercio e dell’Industria) al Ministero degli Affari Sociali, ai fini della loro ridistribuzione alle Cooperative, attraverso l’Unione delle Associazioni Cooperative, a condizione che il prezzo di vendita al consumatore non superi i 100 fills cadauna.
  2. L’Autorità Generale per gli Investimenti cederà il Resort di Al-Khiran e i suoi servizi logistici al Ministero della Salute, ai fini della sua riconversione ad Ospedale da campo, fino a nuovo avviso.
  3. Tutti i cittadini e residenti dello Stato del Kuwait dovranno indossare una mascherine protettiva (qualsiasi modello di maschera che copra il naso e la bocca) in tutti i luoghi pubblici, aree commerciali, servizi autorizzati e luoghi di lavoro.
  4. Il Ministero della Salute è incaricato di notificare alle farmacie la necessità di rendere le mascherine protettive disponibili all’acquisto, da parte sia di cittadini sia di residenti.
  5. Gli affittuari che abbiano stipulato contratti con Ministeri o Agenzie governative sono esonerati dal valore locativo o altre tasse ed assimilabili, esclusivamente e non oltre il periodo temperale durante il quale le attività economiche degli affittuari sono state sospese, come misura precauzionale ai fini del contrasto della diffusione del COVID-19. Tali esenzioni sono comunque soggette a verifica da parte di ciascuna Autorità competente.