Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

AVVISO AI SOGGETTI INTERESSATI ALL’ORGANIZZAZIONE DI EVENTI PROMOZIONALI, CULTURALI E SOCIALI PRESSO L’AMBASCIATA D’ITALIA IN KUWAIT.

Le disposizioni emanate dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in materia di autonomia gestionale e finanziaria delle Sedi all’estero nonché la normativa inerente le sponsorizzazioni, permettono di mettere a disposizione di eventuali richiedenti, interessati alla realizzazione di eventi promozionali, culturali e sociali, i saloni di rappresentanza della sede dell’Ambasciata.

L’uso degli spazi verrà concesso a insindacabile giudizio dell’Ambasciata, in base a considerazioni di opportunità, di corrispondenza dell’evento al programma di presentazione e sostegno del Sistema Italia in Kuwait, nonché in relazione ai carichi di lavoro che gravano in un determinato periodo sull’Ambasciata e all’ovvia precedenza che va riservata agli eventi istituzionali o con la partecipazione di personalità di Governo.

E’ inoltre previsto che l’utilizzazione degli spazi sia soggetta a contributo, per un importo stabilito dalla Sede.

I costi di organizzazione degli eventi, compresi quelli del personale di servizio eventualmente impiegato, ricadono interamente sul soggetto autorizzato ad utilizzare gli spazi.

Il contributo per l’utilizzazione dei locali dell’Ambasciata sarà recepito nelle forme previste dalla normativa in vigore e destinato principalmente alle seguenti finalità: manutenzione degli immobili, contratti di servizio di durata limitata con agenzie di lavoro interinale; attività di istituto e spese di funzionamento.

I soggetti interessati sono pregati di inviare una lettera (che potrà essere scannerizzata e trasmessa all’indirizzo amministrazione.alkuwait@esteri.it) con la quale si richiede l’utilizzazione dei locali della Ambasciata e si esprime al contempo la disponibilità ad erogare, in caso di concessione dell’autorizzazione, il contributo di cui sopra, nella misura che verrà indicata dall’Ambasciata.